In ricordo di Pietro Cucco

- tenace difensore della sua identità -

 

 

   

 

   

nella veste di Babbo Natale che lo ha reso noto in tutto il mandamento

   

la dimora transitoria e impegnato per la nuova di Nataiano

  

nella sua casa, falegnameria e segheria

a casa con la famiglia in veste di Babbo Natale

    

sempre pronto a dare una mano

 

     

 

        

 ospiti in famiglia a "Nataiano"

 

*

Pietro oltre che come Babbo Natale era noto per la grande disponibilità a risolvere

necessità pratiche evitate dagli altri. Tra cui il recupero di salme nel bacino del

Rio Grande nonché il suo svuotamento che avvenne l'ultima volta nel '59 quando tutti

lo videro ardito protagonista e con lungo impegno per un compenso di appena

100.000 lire, oggi, 2016, 1.000 euro, lavoro a cui fece seguito

un anno più tardi l'ultima chiusura del bacino ad opera della ditta Cassetti

ottenuta scaricando sul retro della paratia un centinaio di "ballini" di cemento

e l'abbandono dello stesso invaso da oltre 53 anni!

(Il precedente svuotamento risaliva al 1911 e l'ultima chiusura al 1946).

Pietro è stato una persona che ha sempre ricevuto molto meno

di quanto la sua generosità ha donato all'intera comunità.

 

 Pietro era il quarto figlio di Olimpia e Virgilio Cucco,

dopo Raffaella, Gilberta, Giovanni, Riccardo (Mario) e Anna.

 

*

1936 - 1993

www.grupporicercafotografica.it

dellarosa.f@gmail.com